Badge aziendale: lo usi ancora o ti sei evoluto?

Fino a qualche anno fa, le aziende più “smart” sceglievano il badge aziendale come sistema di timbratura in sostituzione del classico cartellino.

“Timbrare il cartellino” non è solo un’operazione obsoleta e “fuori moda”. Il vecchio cartellino, infatti, rappresenta una soluzione poco pratica ed efficiente per qualsiasi tipologia di azienda.

Dal cartellino al badge aziendale, fino ad arrivare all’app. Il mondo del lavoro è cambiato e il lavoro agile – o da remoto – impone nuovi metodi di gestione e monitoraggio delle risorse umane.

Come avviene la timbratura del cartellino nella tua azienda?

Indice

Badge aziendale: una soluzione non definitiva

Il badge aziendale è tutti gli effetti una tessera magnetica che, avvicinata ad un lettore di badge, registra la presenza in maniera digitale. L’orario di entrata e uscita è registrato da un apposito software collegato al lettore che è in grado di fornire tutti i dati relativi a presenze/assenze e ore di lavoro dei dipendenti.

La scelta di gestire le presenze aziendali tramite badge, però, porta con sè alcuni svantaggi.

In prima battuta, ogni dipendente deve essere provvisto del proprio badge personale con tutte le conseguenze del caso. Qualora il numero di dipendenti aziendali sia considerevole, la distribuzione e la gestione dei badge può diventare dispendiosa sia in termini di tempo che di risorse. Un badge è soggetto a smagnetizzazione, usura e malfunzionamento. Senza citare i casi di smarrimento.

Un secondo svantaggio della gestione presenze con badge deriva dalle infrastrutture richieste per la sua implementazione. In parole povere, parliamo dei lettori di badge che devono essere installati in azienda. All’aumentare delle dimensioni aziendali, aumenta necessariamente il numero di lettori.

Inoltre, i lettori dei badge sono apparecchi “statici”, che vincolano i dipendenti a timbrare in loco. Questo implica che i badge non sono una soluzione efficace per chi lavora da remoto, anche solo qualche giorno a settimana.

Ulteriore tasto dolente per i badge è la compatibilità del software di rilevazione presenze con il gestionale HR aziendale. Che senso ha digitalizzare presenze con il badge se poi non è possibile utilizzare i dati per facilitare il compito di HR Manager, responsabili e amministrazione?

Basta un’app

Come si può facilmente intuire, il badge aziendale non è una soluzione capace di adattarsi alle odierne esigenze lavorative.

Le attuali tendenze affermano che il futuro del mondo del lavoro sarà sempre più smart e flessibile. Modalità di lavoro in smart working e formule di lavoro ibrido non sono più monitorabili tramite i badge aziendali.

Ecco perché le aziende stanno già virando le loro scelte di gestione su software dedicati ai reparti HR che offrono la timbratura digitale tramite app.

Evohrp, il gestionale HR progettato da Dynaset, è stato realizzato anche per questo. Le funzionalità del modulo Presenze di evohrp offrono molto più della semplice timbratura via app, che può essere anche geo-localizzata tramite GPS.

Timbratori e badge non hanno più motivo di esistere.

timbrare-tramite-app

Presenze: il modulo integrato di evohrp

HR Manager e dipendenti possono direttamente gestire dal loro smartphone:

  • rilevazione presenze e assenze;
  • marcature di entrata e uscita;
  • giustificativi e permessi;
  • ritardi;
  • maggior presenze.

Tutto questo in tempo reale, grazie all’operatività in Cloud di evohrp.

Inoltre, il modulo Presenze è in grado di integrarsi con i restanti moduli del gestionale di Dynaset (per la gestione di trasferte, formazione e piani ferie) e con moduli esterni.

Hai davvero ancora bisogno di un badge per gestire le presenze in azienda?

Scopri evohrp!

Post Recenti

hr-manager-mansioni
Gestione delle risorse umane

HR manager: cosa fa veramente?

I ruoli che un responsabile delle risorse umane può ricoprire sono molteplici. A seconda dell’azienda e delle dimensioni del team, un responsabile delle risorse umane

Leggi di più »